sabato 5 luglio 2008

LA COPPA INTERAMNIA

Non è un torneo tra grandi campioni, né rilascia trofei di prestigio, né promette contratti con squadre di alto profilo, ma è un modo bellissimo per avvicinare i ragazzi di culture e paesi diversi e per far sì che questa città non resti sempre e solo un puntino invisibile sulla carta geografica. La Coppa Interamnia è una manifestazione sportiva di pallamano di portata internazionale, che si tiene, ormai da 36 anni, agli inizi di luglio e dura una settimana di pura allegria. In città si respira un'aria bellissima: si può ascoltare tanta buona musica etnica (qui un'immagine delle prove pomeridiane),

mentre in molte chiese del centro suona una dolcissima musica classica, che le rende magiche, mistiche e ancora più belle di quanto già non siano:


Si possono assaggiare le specialità regionali del nostro bel paese:

Se vi va, potete visitare le innumerevoli mostre d'arte sparse nei vari locali del centro storico messi a disposizione dal comune:



Oppure potete acquistare qualche oggetto bizzarro al mercatino dell'artigianato internazionale:



Ma il momento più emozionante è quello della "sfilata" di tutte le squadre provenienti da più di 30 paesi diversi. Ragazzi biondissimi accanto agli africani, tutti con la bottiglia di birra d'ordinanza in mano (più i biondi, però), tutti che vogliono solo fare un grande casino!



Insomma, per una settimana appena, Teramo diventa "città aperta al mondo", multicolore e multirazziale. In una parola... bellissima:

8 commenti:

Fed ha detto...

Che meravglia!!! è una cosa che ho sempre invidiato a Teramo :) a Chieti abbiam fatto gli Europei di basket femminile poco tempo fa, ma non è stata per niente la stessa cosa: la manifestazione non ha nemmeno sfiorato la vita dei cittadini, mentre l'Interamnia dà l'idea di essere persino respirata a Teramo! :)

vany ha detto...

ma che bellissimi ricordi...il mio mitico e indimenticabile Marinos Pelajias...il nome tutto un programma...ah...i miei lontanissimi sedici anni....

luile ha detto...

Deve essere davvero bella, si!
Beati voi; qui non si fa mai niente!
P.S: Ma quello nella foto, concentrato a vedere i quadri è il tuo lui?

Raffaella ha detto...

@fed: sì, il momento festaiolo è molto sentito, le strade si riempiono di ragazzi che non dormono mai, però, se devo essere sincera, le uniche partite che raccolgono qualche spettatore sono quelle che si giocano nel campetto principale, al centro. Le altre non le guarda nessuno!

@vany: Magari s'è sposato pure lui, chi lo sa!

@luile: mia cara, si tratta solo di una settimana, poi torna tutto... normale! Sì, quello è il mio lui!

LaFatinaScalza ha detto...

Ci sono, nella vita quotidiana, melodie che si aggrappano disperatamente e ferocemente a stati d'animo ed è impossibile riprodurne razionalmente il lavoro minuzioso che operano nella nostra testa.
Ci sono, nella vita quotidiana, persone che attraversano i miliardi di possibilità e luoghi esistenti e diventano improvvisamente importanti per la nostra sopravvivenza. Forse perchè lacerano la nostra quotidianità non riusciamo più a farne a meno.
Non riesco a trovare altre parole per descrivere cosa sia per me la CoppaInteramnia. Non è semplicemente un torneo di pallamano, è una sinfonia di cuori che battono allo stesso ritmo e, a volte, si trovano. Si trovano per breve tempo ma si donano emozioni che restano nel cuore, per sempre.

E poi dicono che noi giovani siamo sterili e non sappiamo più provare emozioni???

Marta, 19 anni, Teramo.

Raffaella ha detto...

Ciao, Marta! E' proprio così, la Coppa regala ogni anno un'emozione unica e irripetibile ad una nuova generazione di ragazzi. Io, oggi, la vivo da trentenne, con tutto un altro spirito, ma ti capisco eccome, e non credo affatto che al mondo possa esistere un essere umano sterile e privo di emozioni, giovane o vecchio che sia. Un bacio!

VerdePomodoro ha detto...

ehi...ma che bel post... cercavo info sulla coppa e sono capitata qui! sai che anch'io sono di teramo!!!:)ciao

Raffaella ha detto...

Ciao, verdepomodoro, benvenuta!