martedì 29 aprile 2008

ZUPPA INGLESE


Non so se sia giusto o no mettere la panna nella zuppa inglese, ma in fondo che male c'è a trasgredire qualche regola culinaria? In fin dei conti si chiama zuppa inglese e gli inglesi non sanno nemmeno che esiste. Conoscono molto meglio la parola "tiramisù", secondo me. Comunque, ho preparato questo dolce per un semplice motivo: mia madre aveva comprato una confezione di savoiardi, convinta che il mio desiderio più grande fosse di farci colazione. Con i savoiardi... che se ne pucci due nel bicchiere, ti sei già giocato 3/4 del tuo latte! Per non parlare del fatto che si ammorbidiscono così velocemente che appena li tiri su si spezzano e si rituffano nella tazza in stile olimpico con tanto di triplo salto mortale. Mi danno troppo sui nervi, perciò ho deciso di usarli per questo dolcetto, la cui ricetta è tratta, e leggermente modificata, dalla rivista Sale & Pepe.
Ecco le dosi per 6 persone:

  • savoiardi q.b.
  • 6 cucchiai circa di alchermes
  • 6 cucchiai circa di rum bianco
  • 100 g di confettura di albicocche
  • 4 tuorli
  • 5 dl di latte
  • 80 g di zucchero
  • 40 g di farina
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 1 foglio di gelatina

Portate ad ebollizione il latte con la buccia di limone grattugiata. Sbattete i tuorli con lo zucchero; incorporatevi la farina e il latte tiepido filtrato. Fate addensare a fuoco basso. Unite per ultimo il foglio di gelatina precedentemente ammollato in acqua fredda. Foderate con pellicola uno stampo da budino scanalato, imburrato. Intingete, alternativamente, un savoiardo nel rum e uno nell'alchermes e posizionateli nelle scanalature, alternando i colori. Distribuite i savoiardi anche sul fondo, spezzettandoli, poi unite metà della crema. Coprite lo strato di crema con altri savoiardi bagnati. All'altra metà di crema unite il cacao setacciato e distribuite anche questa sui savoiardi. Terminate con uno strato di savoiardi bagnati. Mettete in frigo, coperto, per una notte. Sformate il dolce, eliminate la pellicola e guarnitelo con la confettura di albicocche e, se piace, 200 ml di panna fresca montata con 2 cucchiai di zucchero a velo.

13 commenti:

Fed ha detto...

Mmmmmmmmmmmm, scappo a fare colazione!
Buona settimana!!!

mas ha detto...

Tu hai il Dono!!!

Fabrizio ha detto...

Cavolo, devo arrangiarmi per farla senza glutine...

Fab

vany ha detto...

bacio amò

Raffaella ha detto...

Grazie a tutti, amici bloggers!

fratello vento ha detto...

ottime le tue ricette..che fame che mi fai venire!!!!!!
brava raffaella

FRATE VENTO!

Raffaella ha detto...

Grazie a te, Frate Vento!

DUBBAFETTA ha detto...

la panna è giusto metterla in molti posti..ops piatti :-) grazie per essere stata da me

oudeis ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Raffaella ha detto...

Dubbafetta!!! ...ottima idea.

vany ha detto...

che c'era nel commento eliminato...dimmillo a mia nel mio blog...curiosa sugnu

oudeis ha detto...

@ mas
Mas lei non ha il dono...
in lei forte è la FORZA.... KUSHHHH KUSHHHH KUSHHHH KUSHHH.
:)

Raffaella ha detto...

vany, era lo stesso messaggio ma con l'account di oudeis. Contenta?