venerdì 30 maggio 2008

IL PRESIDENTE DI COMMISSIONE

E' piombato stamattina a sorpresa, nel bel mezzo delle lezioni. Nulla di male, naturalmente, è stata una visita informale: si è fatto un giro per le aule, ha parlato con i capi (dico capi perché si tratta di una scuola privata paritaria), ha voluto scambiare due chiacchiere con noi della commissione interna, due battute con i ragazzi di quinta, insomma una "sorpresina" carina!
L'unica cosa che mi ha lasciata perplessa è stato il suo look. Non che la cosa sia così sconvolgente, ma in un mondo come la scuola, in cui gran parte di quelli che dicono di essere di sinistra si atteggiano quotidianamente a piccolo borghesi fascistoidi, mi stupisce che un presidente si presenti a noi in totale tranquillità ed informalità, e da un certo punto di vista apprezzo questa genuinità. Spero solo che a questo suo modo di apparire corrisponda anche un modo di essere, specie nei confronti di quei fanfaroni dei ragazzi che si diplomeranno. Insomma, sappiate che quest anno il nostro presidente di commissione, sulla soglia dei 60 anni, ha questo aspetto qui:

...When the Moon is in the seventh house, and Jupiter aligns with Mars...

13 commenti:

vany ha detto...

mitico...viva i figli dei fioriiiiiiiiiiiii

Melo! ha detto...

com'e' insegnare in una scuola paritaria?? i ragazzi studiano o e' come da noi al sud, cioe' un modo onesto e efficace di acquistare un titolo di studio?:P

Raffaella ha detto...

@vany: Yeah, peace and love!

@melo: io lavoro sia nella scuola pubblica che nella privata (ed entrambe sono un ITC) e posso assicurarti che un grande divario tra le due non c'è. E' vero che alla privata ci va chi viene bocciato alla statale, ma spesso ciò accade perché la scuola italiana, come dice Silvio Orlando, "funziona solo con chi non ne ha bisogno!"

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

Hai dato la giusta idea del presidente,tu dici che i ragazzi lo prenderanno in considerazione o alzando le spalle diranno ,ma che ci vuoi fare oggi giorno non si capisce piu' niente.La mia e' solo una battuta chiaramente,molto simpatico il pezzo e l'idea che hai voluto dare sulla questione ,ciao Annamaria

Raffaella ha detto...

Ciao, Annamaria! Credo che in sostanza il suo aspetto non faccia alcuna differenza per i ragazzi, a patto che mantenga un ruolo saldo, insomma, una professionalità. E' pur sempre un esame di stato e credo che se la faranno sotto comunque!

Fed ha detto...

Favoloso il presidente di commissione figlio dei fiori. Speriamo che sia carino con voi e con i ragazzi e che li metta a loro agio all'orale.
Peace and love!!!!

Anonimo ha detto...

Mitico!ah aha ahahaha
Ilenia

Raffaella ha detto...

Fed e Ilenia, speriamo che non si accenda un calomè della pace agli orali!

mas ha detto...

bhe almeno se sarà rilassato nei giorni dell'esame saprai il perchè....

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

Credo che tu abbia veramente ragione ,buon lavoro Annamaria

Fed ha detto...

Beh, Raffa, non so che in che scuola insegni, ma se è una tipo pedagogico dove (mi pare) fra le materie c'è anche musica, magari il presidente di commissione vi mette in scena qualche bell'estratto di Hair ^__^

fratello vento ha detto...

ciao raffaella!! se ci sai fare con le lingue visita questo blog!! sembrano ottimi questi dolci!

http://dapurcheftaniashiokadooo.blogspot.com/

Raffaella ha detto...

@Mas: speriamo che non gli prenda pure la ridarella!

@Annamaria: un bacione, cara!

@Fed: sai che l'idea non sarebbe male?

@Fratello Vento: corro subito a curiosare!